Pollo al curry con riso pilaf

 

Il pollo, a pezzi e disossato, viene tagliato a bocconcini non troppo piccoli. Fare una miscela di farina e curry, infarinare i bocconcini; far appassire in padella una cipolla, quindi rosolare a fuoco vivace il pollo; sfumare con vino bianco e abbassare la fiamma e continuare la cottura con brodo un pò per volta. A cottura quasi ultimata aggiungere un cucchiaino di curry. Il curry è una miscela di spezie, per cui ne esistono diversi tipi: conviene quindi regolarsi per il sapore piccante.

Per il riso pilaf: tostare il riso con olio e cipolla in un tegame adatto al forno, sfumar con vino bianco e coprire di brodo; aggiungere una cipolla "spinata" con chiodi di garofano (infilare 6/7 chiodi di garofano nella cipolla). Sigillare con foglio di alluminio e infornare a 180°. Dopo circa 20 minuti controllare che ci sia ancora brodo, eventualmente aggiungere; ripetere fino a cottura sempre coprendo con l' alluminio.

La ricetta originale prevede anche latte di cocco e altri ingredienti "orientali": per ovvi motivi sono stati esclusi!